Articoli

Trattamento riabilitativo della sindrome del piriforme

La sindrome del piriforme, anche se raramente riconosciuta, sembra essere una causa molto più frequente di quanto non si creda, di dolore gluteo con irradiazione all’arto inferiore (Popelianskii, Bobrovnikova,1968). L’origine dei sintomi può essere di tipo nervoso, conseguente alla compressione del nervo sciatico da parte del muscolo divenuto rigido e voluminoso a causa di insulti meccanici di varia natura; oppure può essere di tipo muscolare connessa cioè all’attivazione, nel muscolo, di punti trigger. La sintomatologia, tanto bizzarra quanto enigmatica, tende a simulare altre patologie (spesso molto più gravi), cosicchè troppo frequentemente la ricerca clinica viene indirizzata verso strutture ben lontane dall’essere la causa reale del dolore.

Leggi Articolo

Allenamento sportivo e patologie da sovraccarico funzionale

Nella preparazione fisica dei giochi sportivi, è importante lo sviluppo della prestazione, che a sua volta non è solo il frutto delle potenzialità energetiche dell’organismo, ma il risultato di un allenamento che intende la preparazione fisica, tecnico/tattica intellettuale psichica e morale dell’ atleta, attraverso esercizi fisici (Matwejew, 1972).
La capacità di prestazione sportiva rappresenta il grado di formazione di una determinata prestazione motoria sportiva e in ragione della struttura complessa delle condizioni che la caratterizzano, viene determinata da una molteplicità di fattori specifici (Weineck, 2001).
Le diverse forme d’ esercizio vengono scelte in base ai principi della corrispondenza allo scopo, dell’ economia e dell’ efficacia (Martin, 1977). Aggiungiamo noi che un ruolo importante nella scelta metodologica è rivestito dalla preservazione della salute.

Leggi Articolo

Coordinazione intersegmentaria caviglia ginocchio durante il cammino

La locomozione è un tipo di moto periodico che si ripete ad intervalli regolari. Se consideriamo il movimento delle gambe sappiamo che si muovono in maniera ciclica alternata, per cui una segue l’altra di un certo periodo. Il ritardo spaziale che intercorre tra i due movimenti è chiamato fase relativa, e nello specifico del cammino, le gambe hanno un andamento antifase, ovvero ogni gamba è fuori fase rispetto all’altra di mezzo periodo (fase relativa di 180°).
Altri animali quadrupedi presentano un andamenti antifase ma con periodo diversi, mentre in animali come per esempio il canguro i due arti inferito si muovono insieme presentando quindi un andamento in fase.
I comportamenti motori negli umani sono caratterizzati da pattern di coordinazione stabili e dalla possibilità di passare dall’uno all’altro tramite processi di riorganizzazione improvvisi (Haken, 1983).

Leggi Articolo

Displasia congenita dell’anca: diagnosi e trattamento entro il primo anno di vita

La displasia congenita dell’anca (DCA) comprende un complesso di anomalie di sviluppo e di conformazione dell’articolazione coxo-femorale, che interessano sia la componente cotiloidea che quella cefalica, in conseguenza delle quali possono modificarsi i normali rapporti articolari e nei casi estremamente gravi possono determinare lussazione dell’articolazione stessa.
La DCA è, per frequenza, la prima malformazione congenita dello scheletro. La diagnosi precoce riveste un ruolo fondamentale non solo per quanto riguarda l’evoluzione clinica della patologia, ma soprattutto per la scelta del trattamento da effettuare, permettendo di ricorrere ad approcci esclusivamente incruenti che mostrano risultati altamente soddisfacenti.

Leggi Articolo

Piede torto congenito: confronto tra metodi di trattamento ortopedico e riabilitativo

Per definizione la patologia nota come PTC (piede torto congenito) indica un gruppo di malformazioni del piede caratterizzate da una deviazione permanente degli assi anatomici dello stesso piede e di questo segmento rispetto a quelli della gamba, con conseguente modificazione dei normali punti di appoggio e di alterazione della funzione.

Leggi Articolo