Emanuele Tortoli – Fisioterapista, SPT

red flagsLa lombalgia è una delle principali cause di disabilità. La difficoltà nel fornire una diagnosi definitiva per molte presentazioni cliniche di mal di schiena ha dato origine alla terminologia “lombalgia non specifica“. La lombalgia può presentarsi però come sintomo iniziale di gravi patologie, come tumori, fratture, infezioni o sindrome della cauda equina. E’ fondamentale diagnosticare precocemente la presenza di gravi patologie, anche se la prevalenza è bassa (fratture e tumori sono le più comuni), per impostare indagini e trattamenti appropriati ed evitare conseguenze negative.
Molte linee guida per la lombalgia raccomandano l’utilizzo delle bandiere rosse per identificare i pazienti con un’alta probabilità di fratture o patologie tumorali.
Le bandiere rosse che aumentano la probabilità di frattura tra il 10% e il 33% sono l’età avanzata, l’uso prolungato di steroidi, un grave traumatismo e la presenza di una contusione o abrasione. La presenza di più bandiere rosse aumenta la probabilità di fratture tra il 42% e il 90%.
Riguardo alle bandiere rosse per problematiche maligne, la “storia di cancro” aumenta la probabilità di malignità tra il 7% e il 33%, mentre l’età avanzata, un’inspiegabile perdita di peso e l’assenza di miglioramento dopo un mese hanno una probabilità post-test inferiore del 3%.
Nonostante numerosi studi abbiano valutato singole caratteristiche cliniche, potrebbe essere più utile valutare combinazioni di caratteristiche cliniche, come avviene con le Ottawa Ankle Rule e la Canadian C-Spine Rule.

Downie A, Williams CM, Henschke N, Hancock MJ, Ostelo RW, de Vet HC, Macaskill P, Irwig L, van Tulder MW, Koes BW, Maher CG. Red flags to screen for malignancy and fracture in patients with low back pain: systematic review. BMJ. 2013 Dec 11;347:f7095.
Free Full Text: http://www.bmj.com/content/347/bmj.f7095

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento