Rigidità posteriore di spalla e impingement interno

Samuele Passigli – Fisioterapista, OMT

 

Cross-body stretch

 

Il deficit di rotazione interna gleno-omerale (GIRD) e la rigidità posteriore di spalla (PST) sono stati associati all’impingement interno sia in studi su cadavere sia in studi clinici. Negli studi su cadavere, il tensionamento della capsula posteriore ha mostrato un aumento della traslazione gleno-omerale anteriore e superiore durante la flessione, l’adduzione orizzontale e la rotazione esterna, con una riduzione significativa della rotazione interna. Allo stesso modo, GIRD e PST sono stati evidenziati nei lanciatori con impingement interno e in soggetti con impingement secondario.
L’obiettivo di questo studio è stato determinare se un miglioramento nel GIRD e/o una riduzione della PST sono associati con una riduzione dei sintomi in pazienti con impingement interno.
Alla valutazione iniziale sono stati valutati il GIRD, la PST e la rotazione interna. I pazienti hanno inoltre compilato il questionario Simple Shoulder Test (SST). La PST è stata valutata misurando l’adduzione orizzontale con il paziente in decubito laterale e la scapola stabilizzata manualmente. Le rotazioni interna ed esterna sono state misurate con il paziente supino, spalla abdotta a 90° e gomito flesso a 90°.
I pazienti hanno effettuato fisioterapia 3 volte alla settimana presso la clinica; hanno inoltre eseguito un programma giornaliero di esercizi domiciliari. Le sedute di fisioterapia includevano glide posteriori dell’articolazione gleno-omerale sul piano scapolare e in massima rotazione interna con la spalla abdotta a 90°, cross-body stretch assistito con stabilizzazione manuale della scapola, lo sleeper stretch e esercizi di rinforzo per i rotatori esterni e per gli stabilizzatori della scapola. Gli esercizi domiciliari includevano lo sleeper stretch, il cross-body stretch e esercizi di rinforzo per i rotatori esterni e per gli stabilizzatori della scapola.
I risultati dello studio hanno evidenziato un miglioramento significativo nei punteggi del SST. Il GIRD e la PST erano significativamente migliorate dopo il periodo di fisioterapia. Il miglioramento della PST è stato maggiore nei pazienti che avevano avuto una risoluzione completa dei sintomi (55%) rispetto a quelli con sintomi residui (45%). La durata dei sintomi è stata di 7 ± 7 mesi per i pazienti con una completa risoluzione dei sintomi e di 5 ± 3 mesi per i pazienti con sintomi residui.
Il trattamento di fisioterapia incentrato sullo stretching e sulla mobilizzazione della spalla posteriore determina una riduzione del PST e del GIRD e un miglioramento nei sintomi e nella funzionalità. Aspetto importante, i pazienti con completa risoluzione dei sintomi hanno avuto un miglioramento maggiore della PST rispetto ai pazienti con sintomi residui, mentre i miglioramenti nel GIRD non erano correlati all’outcome.
In conclusione, le tecniche di trattamento utilizzate in questo studio sono state un metodo efficace per migliorare i sintomi, ridurre la PST e ridurre il GIRD.
 

Tyler TF, Nicholas SJ, Lee SJ, Mullaney M, McHugh MP. Correction of posterior shoulder tightness is associated with symptom resolution in patients with internal impingement. Am J Sports Med. 2010 Jan;38(1):114-9.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19966099

 

Lascia un commento

Se hai osservazioni, suggerimenti o link a studi scientifici sull'argomento, condividili con noi!