Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMT

 

1

 
Il dolore di ginocchio interessa il 33% degli adolescenti e la prevalenza potrebbe essere maggiore negli sportivi. Il dolore è spesso persistente e riduce la funzionalità e la qualità della vita. E’ spesso considerato normale nell’adolescenza e auto-limitante (ovvero qualcosa che scompare con il passare del tempo), ma una percentuale di soggetti fino al 50% continua a riferire dolore anche dopo un anno dall’insorgenza. La riduzione della funzionalità e la sospensione dell’attività fisica per il dolore femororotuleo (PFP) o per il dolore cronico di ginocchio può innescare un meccanismo a cascata, con un aumento dell’adiposità, una riduzione della capacità cariorespiratoria e uno scarso outcome e aumentare il rischio di sviluppare disturbi cardiometabolici e uno stile di vita sedentario da adulti.
Gli obiettivi di queso studio prospettico sono stati 1) indagare la prognosi a 2 anni del dolore di ginocchio negli adolescenti tra i 15 e i 19 anni e 2)indagare se gli adolescenti con PFP hanno un rischio maggiore di presentare ancora dolore a 2 anni rispetto agli adolescenti con altri tipi di dolore di ginocchio.
L’outcome primario è stato il dolore nella settimana precedente al follow-up a 2 anni. Gli outcome secondari sono stati la frequenza del dolore, il tempo dedicato all’attività sportiva in una settimana, la VAS, il questionario Knee injury and Osteoarthritis Outcome Score (KOOS), il Physical Activity Scale (PAS) e il questionario EuroQoL 5-Dimensions (EQ-5D).
I risultati dello studio hanno mostrato che gli adolescenti con dolore di ginocchio sono a rischio elevato di presentare sintomi persistenti dopo 2 anni. Tra questi, gli adolescenti con PFP hanno il rischio più elevato e una probabilità maggiore di ridurre o interrompere la partecipazione sportiva.
Di conseguenza, dire agli adolescenti che il dolore di ginocchio, e in modo particolare il PFP, si risolverà spontaneamente con il passare del tempo è un grave errore, in quanto i risultati di questo studio suggeriscono che questo disturbo ha un rischio elevato di cronicizzare. E’ quindi importante una diagnosi corretta e individuare strategie di prevenzione e di trattamento appropriate per i sintomi persistenti.
 

Rathleff MS, Rathleff CR, Olesen JL, Rasmussen S, Roos EM. Is Knee Pain During Adolescence a Self-limiting Condition? Prognosis of Patellofemoral Pain and Other Types of Knee Pain. Am J Sports Med. January 20, 2016; published online before print January 20, 2016. doi:10.1177/0363546515622456.

 

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento