Il ruolo dello stress cartilagineo nel dolore femororotuleo

Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMT

 

rotula

 
Il dolore femororotuleo (PFP) è uno dei disturbi più frequenti del ginocchio. La cartilagine è aneurale, ma l’osso subcondrale è ampiamente innervato. Di conseguenza, è stato ipotizzato che prolungati stress meccanici siano una possibile causa di dolore. Verificare questa ipotesi è comunque molto difficile per l’impossibilità di misurare in vivo lo stress articolare meccanico e il dolore da questo provocato.
L’obiettivo di questo studio è stato 1) valutare se i soggetti con PFP hanno uno stress cartilagineo maggiore rispetto ai soggetti sani e 2) verificare l’ipotesi che le donne hanno uno stress cartilagineo maggiore rispetto agli uomini.
Sono stati inclusi nello studio 24 soggetti con PFP e 16 controlli sani. I pazienti con PFP presentavano doloro rotuleo riproducibile almeno in 2 delle seguenti 3 attività funzionali: salire o scendere le scale, eseguire lo squat, inginocchiarsi, mantenere a lungo la posizione seduta o contrarre il quadricipite in isometria.
I soggetti con PFP hanno completato il questionario Anterior Knee Pain. Sono state valutate in tutti i partecipanti la cinematica, la cinetica e la forza dell’arto inferiore durante l’esecuzione delle step up in un laboratorio di analisi del movimento con telecamere, pedane di forza ed elettromiografia di superficie.
Per definire la geometria ossea e cartilaginea dell’articolazione femororotulea è stata utilizzata la risonanza magnetica. Le immagini sono state acquisite in stazione eretta, quindi in carico, con le ginocchia flesse a 60°. Questa posizione è stata scelta perchè riproduce il picco del momento estensorio del ginocchio durante la salita di uno scalino. L’acquisizione delle immagini in questa posizione permette inoltre di definire il modello anatomico, misurare l’area di contatto tra rotula e femore e calcolare le sollecitazioni meccaniche della cartilagine per ogni soggetto.
I risultati dello studio non hanno evidenziato una differenza statisticamente significativa dello stress cartilagineo stimato durante l’esecuzione dello step up tra i soggetti con PFP e i controlli. Comunque, le donne con PFP hanno mostrato uno stress cartilagineo maggiore rispetto agli uomini con PFP, anche se tale stress non è differente da quello stimato nelle donne senza PFP. L’area di contatto femororotulea è maggiore nei maschi in media del 33%.
E’ interessante notare l’ampia della deviazione standard dello stress cartilagineo nel gruppo con PFP. Alcuni pazienti hanno infatti un picco di stress cartilagineo molto alto; per questi pazienti, lo stress cartilagineo potrebbe essere un fattore contribuente al dolore molto importante. Invece, altri pazienti con dolore hanno uno stress molto basso, suggerendo l’importanza di altri fattori nella genesi del dolore. Il maggior stress cartilagineo presente nelle donne potrebbe spiegare il perchè siano più soggette a sviluppare questo disturbo rispetto agli uomini, nonostante il disegno dello studio non permetta di dimostrare una relazione causa e effetto.
 

Besier TF, Pal S, Draper CE, Fredericson M, Gold GE, Delp SL, Beaupré GS. The Role of Cartilage Stress in Patellofemoral Pain. Med Sci Sports Exerc. 2015 Nov;47(11):2416-22.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25899103

 

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento