Fattori predittivi per la ripresa dell’attività desiderata dopo protesi di ginocchio

Una percentuale elevata di pazienti (fino al 20%) non è soddisfatta del risultato dopo un intervento chirurgico di protesi totale (TKA) o monocompartimentale di ginocchio (UKA). Questo dato è molto importante, considerato l’aumento degli interventi di TKA e UKA nei paesi occidentali.

La scelta della strategia chirurgica più appropriata (TKA o UKA), in linea con le caratteristiche pre-operatorie, può migliorare l’outcome post-operatorio e la soddisfazione del paziente, oltre a favorire la ripresa delle attività desiderate. Questa scelta è in genere basata su criteri tradizionali (come età, indice di massa corporea, livello di attività fisica, dolore, escursione articolare), probabilmente per lo scarso numero di studi sui fattori predittivi per l’outcome dopo interventi di TKA e UKA.

Migliorare la partecipazione nelle attività funzionali desiderate, limitate prima dell’intervento, è una delle principali aspettative dei pazienti (fino al 72%) che si sottopongono a chirurgia protesica di ginocchio. Il fallimento di questa aspettativa è uno dei principali fattori che determinano l’insoddisfazione nel post-operatorio. Identificare le caratteristiche dei pazienti che rappresentano i fattori predittivi per la ripresa delle attività desiderate dopo UKA e TKA potrebbe favorire la scelta della tecnica chirurgica, con un potenziale miglioramento della soddisfazione post-chirurgica del paziente.

L’obiettivo di questo studio è stato confrontare la ripresa delle attività desiderate e identificare i fattori predittivi 12 mesi dopo UKA e TKA.

Sono stati inclusi in questo studio dati da 995 pazienti sottoposti a UKA e TKA primarie effettuate nel periodo 2010-2016. Le principali indicazioni per l’intervento chirurgico sono state artrosi (81%), artrite reumatoide (2%) e altri motivi (2%).

Outcome – Ripresa delle attività desiderate

La baseline è stato chiesto ai pazienti: “Quali attività il tuo ginocchio ti impedisce di fare o ti limita che vorresti riprendere dopo l’intervento chirurgico?”. A 12 mesi dopo l’intervento ai pazienti è stato chiesto: “Sei stato in grado di riprendere le attività che il tuo ginocchio ti impediva di fare o che ti limitava 12 mesi fa?”.

I risultati dello studio hanno mostrato che la percentuale di pazienti che non ha ripreso le attività desiderate 12 mesi dopo la chirurgia è stata maggiore dopo TKA rispetto UKA (41% vs 25%). Le attività principali che i pazienti volevano riprendere erano simili tra UKA e TKA. Le 4 attività più frequenti sono state camminare (UKA 58%; TKA 57%), fare giardinaggio / fare l’orto (14%; 16%), pedalare (8%; 9%) e nuotare (9%; 7%). I pazienti con TKA hanno presentato un rischio maggiore di 1.5 volte di non riprendere le attività desiderate, confrontati con i pazienti con UKA.

Un punteggio maggiore all’Oxford Knee Score al ha rappresentato un fattore predittivo di un outcome migliore dopo UKA e TKA. Un indice di massa corporea maggiore e aspettative peggiori predicono la non ripresa delle attività desiderate dopo UKA. Un punteggio peggiore al baseline all’EQ-5D ha rappresentato un fattore predittivo di una non ripresa delle attività desiderate dopo TKA. Età, livello di attività pre-operatorio, grado di istruzione e comorbilità non sono state associate con la ripresa delle attività desiderate. Indipendentemente dalla strategia chirurgica, i pazienti con un livello più basso del dolore e una maggiore funzionalità prima dell’intervento hanno avuto una probabilità maggiore di riprendere le attività desiderate. L’esercizio è una strategia efficace per ridurre il dolore e aumentare la funzionalità prima dell’intervento chirurgico. Di conseguenza, i pazienti in lista di attesa per TKA o UKA, che riferiscono impairment maggiori, possono beneficiare di strategie personalizzate con l’obiettivo di ridurre il dolore e migliorare la funzionalità.

Harbourne AD, Sanchez-Santos MT, Arden NK, Filbay SR. Predictors of return to desired activity 12 months following unicompartmental and total knee arthroplasty. Acta Orthop. 2019 Feb;90(1):74-80.
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30451046/

Lascia un commento

Se hai osservazioni, suggerimenti o link a studi scientifici sull'argomento, condividili con noi!