Fattori associati agli infortuni nei runner principianti e amatoriali

Nonostante siano conosciuti i fattori associati, l’incidenza degli infortuni associati alla corsa (RRI) continua ad essere elevata, fino al 79%. Il fattore associato ai RRI più frequentemente riportato è un precedente infortunio. Un altro fattore di rischio è la scarsa esperienza.

I RRI aumentano probabilmente con l’età, sebbene l’esperienza (che aumenta con gli aumentare degli anni) protegge i runner dagli infortuni. Di conseguenza, un runner meno giovane con più anni di esperienza di corsa potrebbe avere un miglior adattamento del sistema muscoloscheletrico, ma i runner principianti meno giovani potrebbero non avere la stessa tolleranza al carico ed essere quindi più a rischio di infortunio.

Fattori di rischio modificabili sono associati all’allenamento e alle caratteristiche fisiche.

L’obiettivo di questo studio è stato 1) indagare la prevalenza e il tipo di RRI nei runner principianti e amatoriali e 2) determinare l’eventuale associazione con i fattori modificabili e non modificabili in 1145 runner.

Al momento della partecipazione al sondaggio, circa la metà dei runner riferiva di essere infortunata, ma l’86% di questi continuava a correre nonostante il dolore, con un effetto negativo sulla performance e con la necessità di ridurre il volume di allenamento. Il 6% dei runner non erano in grado di correre per l’infortunio.

I runner con un’esperienza di corsa ≤ 6 mesi presentavano una probabilità 1.53 volte maggiore di essere infortunati rispetto a quelli con 2-5 anni di esperienza, 1.98 volte maggiore rispetto a quelli con 5-10 anni di esperienza e 1.73 volte maggiore rispetto a quelli con più di 10 anni di esperienza. Dato che molti fattori di rischio nella corsa sono modificabili e che gli infortuni sono spesso a insorgenza graduale, i runner con più esperienza potrebbero riconoscere la soglia dell’infortunio e gestire di conseguenza in modo più appropriato l’allenamento rispetto ai runner principianti, ad esempio modificando il carico in relazione al dolore o temporaneamente la tecnica di corsa. Inoltre, i runner più esperti potrebbero avere un adattamento maggiore alla corsa del sistema muscoloscheletrico.

I runner con un’esperienza inferiore a 12 mesi e che correvano senza un programma di allenamento hanno avuto un’incidenza di infortunio maggiore  rispetto a quelli che utilizzavano un programma strutturato con un aumento graduale delle sessioni di corsa. Un programma con incrementi graduali può ridurre la probabilità che il carico ecceda la capacità di carico dei tessuti che necessitano di adattamento.

L’uso di plantari era associato ad un aumento di 1.88 volte della percentuale di RRI, ma è impossibile stabilire se siano stati la causa o l’effetto degli infortuni.

Linton L, Valentin S. Running with injury: A study of UK novice and recreational runners and factors associated with running related injuryJ Sci Med Sport. 2018;21(12):1221–1225.
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29853263/

Lascia un commento

Se hai osservazioni, suggerimenti o link a studi scientifici sull'argomento, condividili con noi!