Samuele Passigli – Fisioterapista, OMT

 

111

 

L’instabilità funzionale di caviglia (FAI) è definita come una sensazione di cedimento che può verificarsi con o senza un danno alle strutture legamentose. Pochi studi hanno valutato la presenza di deficit funzionali in pazienti con FAI. Di conseguenza, l’obiettivo di questo studio è stato valutare la presenza di deficit di performance funzionale in soggetti con FAI unilaterale in 4 test di salto monopodalici (figure-of-8 hop, side hop, 6-meter crossover hop e square hop), confrontando i risultati con l’arto controlaterale e con soggetti sani. Sono stati scelti questi test per la loro capacità di stressare il comparto laterale della caviglia e ricreare i meccanismi che potrebbero portare alla percezione di instabilità funzionale.
I partecipanti, dopo 5 minuti di riscaldamento in cyclette, hanno effettuato i 4 test funzionali, ciascuno per 3 ripetizioni, con un minuto di riposo tra le prove.
I risultati dello studio hanno evidenziato una differenza significativa nell’esecuzione dei test figure-of-8 hop e side hop tra i due arti nei soggetti con FAI, nonostante la differenza tra il gruppo FAI e il gruppo di controllo sia piccola. Non sono state osservate differenze nei test 6-meter crossover hop e square hop tra i due arti e tra i gruppi.
Il 43% dei soggetti con FAI ha riportato una sensazione soggettiva di cedimento durante l’esecuzione del figure-of-8 test, il 47% nel side hop, il 27% nel crossover hop e il 37% nello square hop. Questa analisi, ha permesso di dividere i partecipanti con FAI in due sotto-gruppi: soggetti con FAI con e sensazione di cedimento durante l’esecuzione dei test funzionali, probabilmente per una differenza nella gravità dell’instabilità. Interessante notare che il gruppo FAI con sensazione di instabilità durante i task funzionali aveva una differenza maggiore nella performance tra i due arti.
Una classificazione più accurata e precisa del FAI è sicuramente necessaria, soprattutto che associ valutazioni oggettive e soggettive. Clinicamente, i test proposti (in particolare, il figure-of-8 hop e il side hop) possono essere utilizzati in associazione ai questionari soggettivi per classificare con una maggior precisione la gravità della disabilità nei soggetti con FAI. Ciò potrebbe aiutare il clinico nell’impostare programmi di riabilitazione efficaci nel ridurre il rischio di futuri infortuni e nel monitorare i progressi.
 

Caffrey E, Docherty CL, Schrader J, Klossner J. The ability of 4 single-limb hopping tests to detect functional performance deficits in individuals with functional ankle instability. J Orthop Sports Phys Ther. 2009 Nov;39(11):799-806.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19881005

 


 

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento