Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMT

 

1

 
Il termine “borsite trocanterica” è stato utilizzato per la prima volta nel 1923 per descrivere un disturbo doloroso nella regione laterale dell’anca. Dato che numerose patologie con eziologie differenti possono causare un dolore in questa regione, la terminologia ha avuto un’evoluzione appropriata nel corso degli anni. Nel 1958 è stato introdotto il termine “sindrome trocanterica“. Ad oggi, il termine ombrello più frequentemente adottato in letteratura per descrivere un dolore nella regione laterale dell’anca è “sindrome dolorosa del gran trocantere” (GTPS). Nonostante questo, il dolore laterale di anca è ancora spesso diagnosticato in molti pazienti come borsite trocanterica, senza il tentativo ulteriore di definire la patologia sottostante. Il continuo uso del termine borsite trocanterica è probabilmente inappropriato dato che il suffisso di questa condizione implica una componente infiammatoria.
L’obiettivo di questo studio è stato indagare la presenza di una componente infiammatoria in questo disturbo.
Sono stati inclusi in questo studio 50 pazienti in attesa di intervento di sostituzione protesica di anca, divisi in un gruppo (n=25) con diagnosi positiva di borsite trocanterica e in un gruppo (n=25) con diagnosi negativa di borsite trocanterica. La valutazione clinica per diagnosticare una borsite trocanterica è stata effettuata rispettando i criteri di Rasmussen and Fanø.
 

1

 
I 50 pazienti sono stati sottoposti successivamente all’intervento chirurgico di sostituzione protesica con un approccio posteriore standardizzato. Durante l’intervento la borsa trocanterica e i tendini dei muscoli gluteo medio e piccolo gluteo sono stati adeguatamente ispezionati. E’ stata effettuata anche una biopsia della borsa per l’analisi istologica per la presenza di modificazioni infiammatorie acute o croniche.
I risultati dello studio non hanno evidenziato differenze cliniche statisticamente significative tra i due gruppi. Nessuno dei 50 campioni sottoposto a analisi istologica mostrava prove di infiammazione acuta o cronica.
la mancanza di una componente infiammatoria nella cosiddetta borsite trocanterica mette in discussione l’utilizzo di questa terminologia e l’esistenza di questa condizione come entità clinica.
 

Board TN, Hughes SJ, Freemont AJ. Trochanteric bursitis: the last great misnomer. Hip Int. 2014 Dec 5;24(6):610-5. doi: 10.5301/hipint.5000154. Epub 2014 Aug 29.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25198303

 

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento