incontinenza

I trial clinici randomizzati e le revisioni sistematiche mostrano che la riabilitazione muscolare del complesso del pavimento pelvico è un trattamento conservativo efficace nelle donne affette da IUS.
Rispetto alla chirurgia, il training muscolare non ha effetti collaterali ed è un approccio terapeutico, relativamente, poco costoso, pertanto le donne devono essere motivate ad eseguire gli esercizi pelvici in modo continuo e intensivo come prima linea di trattamento per questo tipo di affezioni (evidenza di tipo 1 EBM) (Bo 2003).
Il più importante limite di questa affermazione è quello di non avere ancora un gold standard di riferimento per la misura della forza muscolare del pavimento pelvico.
Emerge quindi la necessità di condurre studi che abbiano una metodologia di selezione dei casi e degli strumenti di misura (di outcome e di forza muscolare) comuni, che possano permettere la conduzione di studi randomizzati e controllati (RCT) omogenei, finalizzati ad una analisi nel dettaglio delle modalità terapeutiche da sole o in combinazione con le altre (SEF, BFB, coni vaginali), al fine di definire, se possibile, un modello di protocollo terapeutico unico.

Elisa Bini
Fisioterapista
e.bini [at] fisio-osteo-therapy.it
http://www.fisio-osteo-therapy.it
C.d.L. Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione
Anno Accademico 2007/2008
Università degli Studi di Firenze
Facoltà di Medicina e Chirurgia

[download#13#image]

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento