Rigenerazione del tendine del semitendinoso dopo prelievo per la ricostruzione del legamento crociato anteriore

La rigenerazione del tendine del semitendinoso dopo prelievo per la ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA) è stata descritta per la prima volta da Cross nel 1992. In seguito, numerosi studi hanno esaminato le caratteristiche anatomiche e funzionali del tendine rigenerato e le conseguenti implicazioni cliniche.

La risonanza magnetica e la sonografia sono state spesso impiegate per descrivere l’inserzione e la morfologia del neotendine e il processo di rigenerazione. In genere, il neotendine si inserisce prossimalmente e medialmente rispetto alla zampa d’oca, con un’inserzione a ventaglio sulla fascia poplitea. Le differenze tra il tendine rigenerato e il controlaterale sono spesso apprezzabili all’esame fisico.

Il processo di rigenerazione tendinea è caratterizzato da tre fasi: edema/ematoma, formazione di tessuto fibroso, neotendine. Questo processo richiede circa 18 mesi, al termine del quale il neotendine è simile al tendine normale per struttura e composizione, anche se alcune regioni continuano ad essere fibrotiche (aspetto che impedisce l’impiego del neotendine come prelievo in caso di chirurgia di revisione).

Il neotendine ripristina la funzionalità del complesso muscolo-tendineo, anche se la differente inserzione e la retrazione del ventre muscolare modificano la forza in flessione (soprattutto negli ultimi gradi) e in rotazione interna del ginocchio, anche se non è chiaro se queste modificazioni siano clinicamente rilevanti negli atleti.

Carofino B, Fulkerson J. Medial hamstring tendon regeneration following harvest for anterior cruciate ligament reconstruction: fact, myth, and clinical implication. Arthroscopy. 2005 Oct;21(10):1257-65.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16226656

4 commenti

  • Samuele Passigli

    Calciatore, operato di ricostruzione LCA con semitendinoso da circa 4 anni. Il neotendine (a dx) ha completato da tempo il processo di rigenerazione. L’inserzione è postero-mediale e a ventaglio; il neotendine, più spesso del controlaterale, è apprezzabile visivamente e alla palpazione in tutto il suo decorso.

  • Samuele Passigli

    Calciatore operato di ricostruzione del LCA con prelievo del tendine del semitendonoso da circa 10 mesi.
    Nella foto, a sinistra, si può osservare il neotendine del semitendinoso, probabilmente ancora in fase di rigenerazione (il processo impiega circa 18 mesi). L’orientamento del neotendine sembra confermare, almeno visivamente, un’inserzione più prossimale rispetto al controlaterale (ovvero a livello popliteo). Il neotendine, anche se la foto non è molto definita, sembra in questo caso avere un’inserzione a ventaglio.

  • Rinaldi Isabella

    ciao sono una ragazza e mi devo sottoporre tra poco ad un intervento di ricostruzione del lca con semitendinoso e gracile.
    l’ortopedico non mi ha spiegato che la rigenerazione del semitendine non è molto estetica.. premetto che non sono un calciatore… sono una ragazza che vuole portare ancora le gonne in vita sua!

  • Samuele Passigli

    Buongiorno Isabella. Nella mia esperienza di fisioterapista, la differenza “estetica” tra il tendine rigenerato e il controlaterale è non evidente, se non per un “occhio” esperto. Considera che le foto riportano persone in cui la rigenerazione è molto evidente, scelte proprio per evidenziare questo fenomeno. Inoltre, sono foto scattate durante una contrazione muscolare e non a riposo.
    In sintesi, nessuno si accorgerà del tuo tendine 😉
    In bocca al lupo per l’intervento!

Lascia un commento

Rispondi a Samuele Passigli Annulla risposta