Giulio Pennacchiotti, Fisioterapista

Tendinopatia rotuleaLa fisiopatologia della tendinopatia rotulea cronica non è completamente compresa.
Secondo Cannell et al, questa incompleta conoscenza dei meccanismi patologici limita la nostra abilità nello stabilire delle efficaci opzioni di trattamento. Sono usate differenti tipologie di trattamento nella gestione dei disordini tendinei (FANS, onde d’urto, ultrasuoni, etc.), ma sfortunatamente molte di queste hanno scarse evidenze scientifiche a supporto. Uno degli interventi più accuratamente studiati è l’uso degli esercizi eccentrici.
Recenti studi hanno dimostrato che l’uso di una tavoletta declinata di 25 gradi consente un maggior carico diretto al tendine e minori angoli di arresto su anca e ginocchio rispetto agli esercizi eccentrici standard.
Una precedente revisione (Visnes and Bahr, 2007) ha concluso che gli atleti affetti da tendinopatia rotulea devono essere ritirati dall’attività sportiva mentre si impegnano nei programmi di riabilitazione con esercizi eccentrici. Tuttavia, la privazione dell’attività sportiva è associata ad effetti negativi sia psicologici che fisiologici. Il ritiro dallo sport è pertanto una decisione che merita la dovuta considerazione del rapporto rischio/beneficio.
Il fine di questo studio è quello di determinare se esistono sufficienti evidenze scientifiche che giustifichino il ritiro degli atleti dall’attività sportiva durante il loro programma di riabilitazione con esercizi eccentrici.
La strategia di ricerca è stata applicata da 3 revisionatori indipendenti su PubMed, Medline, PEDro e il Cochrane database utilizzando come termini di ricerca “pathella tendinopathy”, “jumper’s knee”, ed “eccentric”. Sono stati inclusi studi randomizzati in lingua inglese che investigassero il ruolo degli esercizi eccentrici nel trattamento della tendinopatia rotulea sintomatica.
Questi studi sono stati valutati utilizzando la Jadad scale.
Sono stati inclusi nello studio sette RCT, tre dei quali condotti ritirando gli atleti dall’attività sportiva e quattro non ritirandoli. Di questi quattro studi condotti senza ritirare gli atleti dallo sport, tre hanno mostrato benefici nell’utilizzo degli esercizi eccentrici (Kongsgaard et al, Young et al, Cannell et al), mentre uno studio non ha mostrato benefici (Visnes et al). Ci sono diverse spiegazioni che giustificano questa differenze, una di queste è la bassa compliance riscontrata nello studio di Visnes et al. (la più bassa tra gli studi con 58%). Un’altra ragione è che nello studio di Visnes et al. il VISA score medio pre-trattamento risulta essere il più alto di tutti (71).
Da questo ne deriva che senza omogeneità di dati, nei casi meno gravi di tendinopatia rotulea il beneficio ottenuto dal trattamento è meno significativo.
I limiti di questa review risiedono nella bassa qualità della letteratura presa in considerazione, l’inadeguato reporting degli outcome e i brevi periodi di follow-up presi in considerazione.
Tuttavia si può affermare che non ci sono prove a sostenere la strategia del ritiro degli atleti dalla loro attività sportiva durante il trattamento riabilitativo con esercizi eccentrici, infatti diversi studi hanno mostrato i benefici dell’allenamento eccentrico nonostante la continuazione dell’attività sportiva.

Saithna A, Gogna R, Baraza N, Modi C, Spencer S. Eccentric Exercise Protocols for Patella Tendinopathy: Should we Really be Withdrawing Athletes from Sport? A Systematic Review. Open Orthop J. 2012;6:553-7. doi: 10.2174/1874325001206010553. Epub 2012 Nov 30. PubMed PMID: 23248727; PubMed Central PMCID: PMC3522085.
Free PMC Article: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3522085/

Abstract
The 2007 review by Visnes and Bahr concluded that athletes with patella tendinopathy should be withdrawn from sport whilst engaging in eccentric exercise (EE) rehabilitation programs. However, deprivation of sport is associated with a number of negative psychological and physiological effects. Withdrawal from sport is therefore a decision that warrants due consideration of the risk/benefit ratio. The aim of this study was to determine whether sufficient evidence exists to warrant withdrawal of athletes from sport during an eccentric exercise rehabilitation program. A systematic review of the literature was performed to identify relevant randomised trials. Data was extracted to determine whether athletes were withdrawn from sport, what evidence was presented to support the chosen strategy and whether this affected the clinical outcome. Seven studies were included. None of these reported high quality evidence to support withdrawal. In addition, three studies were identified in which athletes were not withdrawn from sport and still benefited from EE. This review has demonstrated that there is no high quality evidence to support a strategy of withdrawal from sport in the management of patella tendinopathy.

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento