Giulio Pennacchiotti – Fisioterapista

 

manipolazione vertebraleLa manipolazione vertebrale è uno strumento sicuro e molto utilizzato nelle varie forme di low back pain (LBP). Per definizione, la manipolazione vertebrale è un movimento veloce, energico, applicato localmente o globalmente con piccola ampiezza ed alta velocità, dopo un accurato posizionamento del paziente. Le evidenze disponibili supportano l’utilizzo delle manipolazioni vertebrali nel LBP acuto per migliorare il dolore e la funzionalità; nel LBP cronico i dati sull’efficacia delle manipolazioni sono contrastanti.
La manipolazione vertebrale è usata da numerosi professionisti della salute come fisioterapisti, osteopati, chiropratici e medici. Ad oggi, non è stata definita l’efficacia e l’outcome nei pazienti con LBP trattati con le manipolazioni vertebrali dal fisioterapista.
La particolarità di questa revisione sistematica consiste nell’aver individuato studi precedenti in cui le tecniche di thrust HVLA (high velocity low amplitude) sono state effettuate unicamente da fisioterapisti.
I criteri di inclusione prevedevano soggetti inclusi negli studi con LBP, un gruppo di controllo affiancato a quello di intervento, un report legato agli outcome e all’efficienza del trattamento, trial randomizzati e controllati (RCT). Sono stati inclusi sei RCT.
Tutti gli studi hanno evidenziato un effetto positivo delle manipolazioni (o manipolazioni e esercizi) rispetto ai gruppi di controllo, in particolare i miglioramenti legati alla misurazione del dolore sono stati significativi nelle prime 4 settimane, mentre i dati legati alla disabilità si sono mostrati incoraggianti mediamente per 6 mesi. Inoltre, in uno studio le manipolazioni vertebrali hanno ridotto l’utilizzo di farmaci, il ricorso a cure mediche e l’assenza dal lavoro. Sono stati riscontrati pochi effetti avversi all’interno degli studi, generalmente rientrati nell’arco di 48 ore (aumento dei sintomi e rigidità).
I risultati di questa revisione sistematica suggeriscono che i fisioterapisti hanno contribuito all’espansione della letteratura che descrive l’efficacia delle manipolazioni vertebrali per il trattamento del LBP. Nonostante la gran varietà di scale di misurazione utilizzate e la diversità delle condizioni cliniche iniziali dei pazienti, questa revisione supporta l’utilizzo della manipolazione da parte dei fisioterapisti classificandole sicure ed efficaci nel breve/medio periodo, anche se gli autori reputano indispensabili futuri studi con follow-up più lunghi e con accurate misurazioni degli aspetti legati alla qualità della vita dei pazienti e al costo/efficacia del trattamento.

 

Kuczynski JJ, Schwieterman B, Columber K, Knupp D, Shaub L, Cook CE. Effectiveness of physical therapist administered spinal manipulation for the treatment of low back pain: a systematic review of the literature. Int J Sports Phys Ther. 2012 Dec;7(6):647-62.
Free PMC Articlehttp://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3537457/

 

Abstract
BACKGROUND CONTEXT:
Low back pain (LBP) is a prevalent disorder in society that has been associated with increased loss of work time and medical expenses. A common intervention for LBP is spinal manipulation, a technique that is not specific to one scope of practice or profession.
PURPOSE:
The purpose of this systematic review was to examine the effectiveness of physical therapy spinal manipulations for the treatment of patients with low back pain.
METHODS:
A search of the current literature was conducted using PubMed, CINAHL, SPORTDiscus, Pro Quest Nursing and Allied Health Source, Scopus, and Cochrane Controlled Trials Register. Studies were included if each involved: 1) individuals with LBP; 2) spinal manipulations performed by physical therapists compared to any control group that did not receive manipulations; 3) measurable clinical outcomes or efficiency of treatment measures, and 4) randomized control trials. The quality of included articles was determined by two independent authors using the criteria developed and used by the Physiotherapy Evidence Database (PEDro).
RESULTS:
Six randomized control trials met the inclusion criteria of this systematic review. The most commonly used outcomes in these studies were some variation of pain rating scales and disability indexes. Notable results included varying degrees of effect sizes favoring physical therapy spinal manipulations and minimal adverse events resulting from this intervention. Additionally, the manipulation group in one study reported statistically significantly less medication use, health care utilization, and lost work time.
CONCLUSION:
Based on the findings of this systematic review there is evidence to support the use of spinal manipulation by physical therapists in clinical practice. Physical therapy spinal manipulation appears to be a safe intervention that improves clinical outcomes for patients with low back pain.

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento