Ilaria Caramuscio, Fisioterapista
Master Universitario in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici

OBIETTIVI: Lo scopo della revisione sistematica è ricercare le migliori Linee Guida, prodotte negli ultimi 10 anni, sulla valutazione e trattamento riabilitativo del Low Back Pain, valutando l’evoluzione qualitativa e quantitativa delle raccomandazioni nel corso degli anni, la coerenza delle raccomandazioni tra le diverse LG EB, quantificando l’impatto delle raccomandazioni delle LG EB nella pratica clinica quotidiana dei fisioterapisti che si occupano di LBP.
MATERIALI E METODI: Una prima ricerca è stata condotta consultando le banche dati elettroniche: Trip database, Pedro, National Guideline Clearinghouse, Medline e Google. Le parole chiave impiegate sono, rispettivamente : “low back pain”, “low back pain AND practice guideline”, “low back pain” e come intended user “physical therapist”, “low back pain AND Practice Guideline*ptyp+”, “practice guideline low back pain “. Criteri di inclusione: pubblicazioni successive al 2000, di lingua inglese e che fornissero informazioni sul trattamento riabilitativo della lombalgia aspecifica. Nella seconda e più approfondita valutazione, sono stati utilizzati i criteri di valutazione metodologica secondo i Grilli per determinare la qualità delle linee guida. In terzo luogo, su Medline è stata utilizzata la stringa “low back pain AND Practice Guideline AND adherence AND outcome” e come limiti : pubblicazioni successive al 2000, di lingua inglese e che quantificassero l’impatto delle raccomandazioni delle Linee Guida nella pratica clinica quotidiana dei fisioterapisti che si occupano di Low Back Pain.
RISULTATI: La selezione delle Linee Guida è stata eseguita sulla base dei criteri di inclusione, eliminazione dei duplicati e delle GL non reperibili ed infine sulla base dei criteri di valutazione metodologica secondo i Grilli. Sono state incluse 14 Linee Guida internazionali. Gli articoli selezionati per quantificare l’impatto delle raccomandazioni delle Linee Guida nella pratica clinica quotidiana dei fisioterapisti che si occupano di Low Back Pain in base ai criteri di inclusione sono due.
CONCLUSIONI: Le raccomandazioni delle 14 GL selezionate non sono modificate sostanzialmente nell’evoluzione quali-quantitativa rispetto allo scorso decennio e dimostrano di essere abbastanza coerenti fra loro: ad esempio per il triage Diagnostico (LBP non specifico, radicolare sindrome, patologie gravi), l’esame fisico (individuazione di bandiere rosse ed esclusione di malattie specifiche), l’uso di imaging di routine sconsigliato, i fattori psicosociali (bandiere gialle) possibile ostacolo al recupero, rassicurazione sulla prognosi favorevole, consiglio di rimanere il più attivi possibile e progressivamente aumentare il loro livello di attività, i farmaci (prima linea è il paracetamolo; seconda linea FANS), il trattamento nei vari sottogruppi di LBP, la manipolazione (consigliata in acuto per controllare i sintomi nel breve termine), lo scoraggiare il riposo a letto, l’invio allo specialista quando i pazienti presentano red flags, sintomi neurologici che persistono o peggiorano. Inoltre, l ’adesione alle raccomandazioni nelle GL nella pratica clinica dei fisioterapisti, dimostrato da due studi selezionati, è efficace nel ridurre la disabilità e migliorare la funzionalità fisica.

[download#85#image]

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento