Firas Mourad, PT, OMT, CSMT, PGCert Sport & Exercise Medicine

Il dolore cervicale meccanico può essere definito come un disturbo caratterizzato da dolore al rachide cervicale e/o spalla da attribuirsi a una disfunzione meccanica. Le disfunzioni intervertebrali articolari sono solitamente valutate dal fisioterapista con una serie di test diagnostici; molti dei quali mancano però di evidenze scientifiche a supporto della rilevanza clinica. Uno dei test più comunemente utilizzato nella pratica clinica per valutare una disfunzione articolare cervicale è il lateral glide test. Il lateral gliding test risulta essere uno strumento utile e accurato quanto l’analisi radiologica nel valutare una disfunzione e rilevare la mobilità ristretta intervertebrale nel rachide cervicale medio-inferiore.
Il dolore cervicale meccanico (MNP) affligge dal 45% al 70% della popolazione generale durante la vita (Cote P 1998). Il MNP può essere definito come un disturbo caratterizzato da dolore al rachide cervicale e/o alla spalla da attribuirsi a una disfunzione meccanica (Barry M 1995). Una disfunzione articolare cervicale è definita come la riduzione temporanea della mobilità di un segmento cervicale (Triano JJ 2001). In clinica, normalmente, si utilizza una tecnica di manipolazione high velocity low amplitude thrust (HVLA) per ripristinare il “comportamento” fisiologico articolare (Triano JJ 2001). Le disfunzioni intervertebrali articolari sono solitamente valutate da un fisioterapista con una serie di test diagnostici; molti dei quali mancano però di evidenze scientifiche a supporto della rilevanza clinica. Uno dei test più comunemente utilizzato nella pratica clinica per valutare una disfunzione articolare cervicale è il lateral glide test (Greenman P 1989). Lo scopo di questo test è di valutare il glide laterale passivo e l’end-feel di ogni vertebra cervicale. Tuttavia lo sviluppo, la standardizzazione e la validazione dei differenti test manuali per valutare patologie muscolo-scheletriche è essenziale per la nostra professione. L’obiettivo di questo studio è determinare se il lateral gliding test per il rachide cervicale è un test clinico valido, comparato ad una radiografia (Rx) antero-posteriore (AP), come strumento per diagnosticare una disfunzione articolare intervertebrale. L’asimmetria media tra la lateroflessione attiva destra e sinistra è risultata essere 7.64° (± 2.25°); 5° di differenza erano il criterio di inclusione. La vertebra C3 è risultata essere la più frequentemente rilevata con disfunzione articolare (64%) seguita da C4 (36%). La mobilità media intervertebrale radiologica in lateroflessione dal lato omolaterale all’ipomobilità (valutata manualmente) (media 19.1, SD 2.1 mm) è risultata essere 3.44 (±1.9) mm inferiore rispetto alla lateroflessione controlaterale alla ipomobilità (media 22.6, SD 2.5 mm). Il lateral gliding test risulta, quindi, essere accurato quanto la valutazione Rx AP nel valutare una disfunzione intervertebrale nel rachide cervicale medio-inferiore; gli autori concludono che questo test manuale è uno strumento valido per rilevare la mobilità ristretta intervertebrale nel rachide cervicale medio-inferiore. Tuttavia, la formazione e l’esperienza del clinico rivestono un ruolo importante nella abilità diagnostica. Queste caratteristiche possono essere una delle ragioni per cui l’affidabilità inter-esaminatore di questo test risulta essere da debole a moderata in altri studi (Fjellner A 1999, Pool JJ 2004, Smedmark V 1989).

lateral glide test
Lateral glide test per la colonna cervicale

Fernández-de-las-Peñas C, Downey C, Miangolarra-Page JC. Validity of the lateral gliding test as tool for the diagnosis of intervertebral joint dysfunction in the lower cervical spine. J Manipulative Physiol Ther. 2005 Oct;28(8):610-6. PubMed PMID: 16226630.
Analisi radiologica della mobilità intervertebrale del segmento ipomobileAbstract
OBJECTIVE To determine if the lateral gliding test for the cervical spine is a valid clinical test compared with radiological assessment as a tool for the diagnosis of intervertebral joint dysfunctions in the lower cervical spine in patients presenting with mechanical neck pain.
METHODS Twenty-five patients with mechanical neck pain presenting with an asymmetry of at least 5 degrees between left and right cervical lateral flexion and diagnosed with an intervertebral joint dysfunction in the lower cervical spine based on the lateral gliding test were studied. Two anterior-posterior x-rays were performed on each patient at maximum end-range of right and left cervical lateral flexion. The intervertebral motion was compared between the hypomobile side and the contralateral side at the level diagnosed as hypomobile by the lateral gliding test.
RESULTS The asymmetry between left and right cervical lateral flexion motion was 7.64 degrees +/- 2.25 degrees (P = .001). Fourteen patients were diagnosed with intervertebral dysfunctions on the right side, whereas 11 patients showed cervical hypomobility on the left. Joint dysfunction at the C3 vertebra was the most prevalent (n = 16), followed by the dysfunction at the C4 vertebra (n = 9). The intervertebral radiological motion at the hypomobile side (mean 19.1, SD 2.1 mm) was 3.44 +/- 1.9 mm less than the intervertebral radiological motion at the contralateral side (mean 22.6, SD 2.5 mm) with P = .002.
CONCLUSIONS The lateral gliding test for the cervical spine was as good as a radiological assessment for the diagnosis of intervertebral dysfunctions in the lower cervical spine.

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento