Tracheostomia

Questa tesi ha come obiettivo ultimo dimostrare come sia fondamentale la riabilitazione per i pazienti ricoverati nel reparto di medicina interna. All’interno degli ospedali, i vari reparti necessitano di differenti approcci riabilitativi, i pazienti spaziano dall’ambito ortopedico, a quello neurochirurgico, dalla rianimazione alla medicina interna, ed è proprio quest’ultimo reparto a fare da scenario alla mia ricerca che affronta la necessità e il bisogno specifici della fisioterapia al suo interno. La scelta del detto reparto è stata guidata dall’osservazione effettuata durante il mio tirocinio, e che mi ha fatto notare come in medicina interna il trattamento fisioterapico sia riservato ad una ristretta cerchia di pazienti. E’ nata così la necessità di dare una dimostrazione della mia osservazione, e come prova e, allo stesso tempo, cornice del mio lavoro ho somministrato un questionario, da me elaborato, ai fisioterapisti di cinque ospedali di Roma, che sono stati interrogati proprio sulla riabilitazione dei pazienti della medicina interna e a cui è stato richiesto di attingere alla propria esperienza professionale per permettermi di effettuare l’indagine quantitativa che ha dato inizio alla mia tesi. Grazie alla possibilità di accedere liberamente al reparto di medicina interna dell’Ospedale Sandro Pertini, ho potuto constatare che il numero delle richieste di trattamenti fisioterapici, fosse inferiore rispetto a quanti invece, fra i degenti, ne avessero bisogno. E’ da questa considerazione che è nata l’idea di elaborare delle schede di valutazione specifiche per il paziente della medicina interna, che possano abbracciare le diverse aree compromesse. Questo nuovo modo di valutare un paziente ha l’intento di guidare la stesura del programma riabilitativo per ogni tipo di patologia, ma anche e soprattutto, per patologie compresenti, senza mai dimenticare che il malato non smette di essere una “persona” per diventare un “paziente”. Infine, si può prendere visione di quindici casi clinici da me valutati e trattati che evidenzieranno l’effettiva indispensabilità del fisioterapista all’interno del reparto di medicina interna.

Alessandra Tranquilli
Dottoressa in Fisioterapia
alessandratranquilli [at] gmail [dot] com
Università degli studi di Roma “Tor Vergata”
A.A. 2007/08

[download#2#image]

Lascia un commento

Contribuisci a creare una discussione su questo argomento