Effetti delle scarpe e della cadenza sullo stress articolare femororotuleo

Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMPT

 

 
Il dolore femororotuleo (PFP) è uno dei disturbi più frequenti nei runner. Nonostante l’eziologia sia multifattoriale, numerosi studi hanno mostrato il ruolo di un eccessivo stress articolare femororotuleo nella patofisiologia di questa condizione clinica. Di conseguenza, potrebbe essere importante individuare strategie per ridurre lo stress articolare femororotuleo. Una strategia efficace per ridurre la lunghezza del passo e la flessione di ginocchio durante la fase di appoggio è aumentare la cadenza. Un aumento della cadenza durante la corsa del 10% riduce inoltre lo stress articolare femororotuleo.
L’obiettivo primario di questo studio è stato indagare l’effetto delle scarpe minimaliste e dell’aumento della cadenza sullo stress articolare femororotuleo in soggetti con PFP.
Sono stati inclusi nello studio 15 runner amatoriali con diagnosi di PFP. I partecipanti hanno eseguito una corsa di 5 minuti su treadmill in quattro differenti condizioni: 1) scarpe di controllo (Asics Gel-Cumulus 16) alla cadenza preferita; 2) scarpe di controllo a una cadenza superiore del 10% rispetto alla cadenza preferita; 3) scarpe minimaliste (Vibram Seeya) alla cadenza preferita; 4) scarpe minimaliste a una cadenza superiore del 10% rispetto alla cadenza preferita. La cadenza (passi/minuto) e l’appoggio sono state valutati con l’analisi video. Per aumentare la cadenza del 10% è stato utilizzato un metronomo.
Un appoggio di retropiede è stato evidente in 14 dei 15 partecipanti (93%) durante la corsa alla cadenza preferita con le scarpe di controllo; un appoggio di retropiede è stato evidente in 12 dei 15 partecipanti (80%) durante la corsa alla cadenza preferita con le scarpe minimaliste.
Sia le scarpe minimaliste sia l’aumento della cadenza hanno determinato una riduzione dello stress articolare femororotuleo, confrontata con la corsa nelle scarpe di controllo alla cadenza preferita. Importante, l’associazione delle scarpe minimaliste e dell’aumento della cadenza ha avuto l’effetto maggiore sulla riduzione dello stress articolare femororotuleo. Rispetto alla corsa con le scarpe di controllo alla cadenza preferita, la corsa con le scarpe minimaliste ha determinato una riduzione del 15% dello stress articolare femororotuleo; la corsa con le scarpe di controllo con l’aumento della cadenza una riduzione del 16%. L’associazione delle scarpe minimaliste e dell’aumento della cadenza del 10% ha determinato una riduzione del 27% dello stress articolare femororotuleo.
 

 
L’utilizzo di scarpe minimaliste e l’aumento della cadenza potrebbero quindi rappresentare delle semplici strategie per ridurre lo stress articolare femororotuleo nella gestione e nella prevenzione del PFP.
 

Bonacci J, Hall M, Fox A, Saunders N, Shipsides T, Vicenzino B. The influence of cadence and shoes on patellofemoral joint kinetics in runners with patellofemoral pain. J Sci Med Sport. 2017 Oct 6.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29054746