Associazione tra dorsiflessione di caviglia e valgismo dinamico di ginocchio

Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMPT

 

 
Una riduzione della dorsiflessione di caviglia potrebbe rappresentare un fattore di rischio per la lesione del legamento crociato anteriore, la tendinopatia rotulea, la tendinopatia achillea, l’instabilità cronica di caviglia, le fratture da stress metatarsali, la fascite plantare e il dolore femororotuleo. Una riduzione della dorsiflessione di caviglia potrebbe modificare l’allineamento dell’arto inferiore contribuendo a un eccessivo valgismo dinamico di ginocchio.
Un deficit della dorsiflessione di caviglia potrebbe essere la conseguenza di una ridotta estensibilità del complesso gastrocnemio/soleo e di una limitazione del glide posteriore dell’astragalo. Con una limitazione della dorsiflessione di caviglia, i soggetti potrebbero compensare questo deficit di movimento sul piano sagittale con un movimento eccessivo nella catena cinetica nei piani frontale e trasverso: pronazione del piede, rotazione interna della tibia, rotazione interna e adduzione dell’anca, drop pelvico, creando di conseguenza un eccessivo valgismo dinamico di ginocchio.
 

 
L’obiettivo di questa revisione con meta-analisi è stato indagare l’associazione tra la dorsiflessione di caviglia e il valgismo dinamico di ginocchio.
I risultati di questo studio hanno mostrato un’associazione tra una riduzione della dorsiflessione di caviglia e il valgismo dinamico di ginocchio. Questa associazione è presente indipendentemente dalla strategia utilizzata per valutare la dorsiflessione di caviglia (ginocchio esteso, ginocchio flesso, in carico).
Solamente uno studio ha indagato gli effetti delle strategie per migliorare la dorsiflessione di caviglia con l’obiettivo di ridurre il valgismo dinamico di ginocchio (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23724771). I risultati hanno mostrato un miglioramento della dorsiflessione di caviglia e del valgismo dinamico di ginocchio, senza un miglioramento della forza dei muscoli posterolaterali dell’anca nonostante gli esercizi eseguiti con l’obiettivo di rinforzare questi muscoli.
Sebbene non sia possibile affermare che la riduzione della dorsiflessione di caviglia rappresenti la causa o semplicemente una conseguenza del valgismo dinamico di ginocchio, è raccomandato al clinico di utilizzare strategie sia per recuperare le limitazioni dell’escursione articolare della caviglia sia per ridurre un eccessivo valgismo dinamico di ginocchio. Strategie come le mobilizzazioni e le manipolazioni dell’astragalo, lo stretching del complesso gastrocnemio/soleo e i training neuromuscolari (esercizi pliometrici e di agilità) sono considerate efficaci per migliorare la dorsiflessione di caviglia e, di conseguenza, dovrebbero essere inserite nei programmi di prevenzione e riabilitazione.
Ovviamente, altre variabili dovrebbero essere valutate e considerate come fattori potenzialmente contribuenti del valgismo dinamico di ginocchio, come le variabili neuromuscolari dei segmenti prossimali rispetto alla caviglia.
 

Lima YL, Ferreira VMLM, de Paula Lima PO, Bezerra MA, de Oliveira RR, Almeida GPL. The association of ankle dorsiflexion and dynamic knee valgus: A systematic review and meta-analysis. Phys Ther Sport. 2018 Jan;29:61-69.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28974358