Lesioni del legamento collaterale mediale e ritorno allo sport

Samuele Passigli – Fisioterapista, MSc, OMPT

 

 
L’obiettivo di questo studio prospettico è stato indagare l’incidenza e le modalità delle lesioni del legamento collaterale mediale (LCM) nei calciatori professionisti. Sono stati seguiti 1743 giocatori di 27 squadre per 11 stagioni, dal 2001 al 2012.
In questo studio, una lesione del LCM è stata definita come “un infortunio al LCM superficiale, al LCM profondo e al legamento obliquo posteriore che ha costretto il giocatore a non partecipare agli allenamenti o alle competizioni”. Gli infortuni e l’assenza dagli allenamenti o dalle competizioni sono stati registrati dallo staff medico delle società.
Sono stati registrati 346 infortuni al LCM, il 4.3% degli infortuni totali. L’incidenza totale è stata di 0.33/1000 ore; ovvero, una squadra di 25 giocatori può aspettarsi circa 2 lesioni del LCM ogni stagione. La percentuale di infortuni nelle competizioni è stata 9 volte maggiore rispetto a quella negli allenamenti. Il tempo di assenza è stato di 23 giorni. Il 60% degli infortuni ha interessato l’arto dominante.
 

 
Il 70% degli infortuni è stato da contatto. Il 38% degli infortuni senza contatto sono stati la conseguenza di torsioni/rotazioni. Non sono state evidenziate differenze nell’assenza dallo sport tra le lesioni da contatto e le lesioni senza contatto.
Il 43% circa degli infortuni al LCM durante una competizione si è verificato negli ultimi 15 minuti del primo o del secondo tempo. E’ possibile ipotizzare che sia presente un affaticamento maggiore negli ultimi 15 minuti, associato a una maggiore intensità di gioco per cambiare il risultato.
 

 
L’11% degli infortuni sono stati classificati come recidive. Non sono state evidenziate differenze nell’assenza dallo sport tra il primo infortunio e le recidive.
 

Lundblad M, Waldén M, Magnusson H, Karlsson J, Ekstrand J. The UEFA injury study: 11-year data concerning 346 MCL injuries and time to return to play. Br J Sports Med. 2013 Aug;47(12):759-62.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23624324