Dolore di spalla di origine miofasciale

Samuele Passigli – Fisioterapista, OMT

 

1

 

Il dolore di spalla è un problema muscoloscheletrico frequente. Non esiste un gold standard clinico per definirlo e, in genere, i problemi di questa regione sono identificati come segni e sintomi nella regione del deltoide, dell’arto superiore e della regione scapolare, riduzione dell’escursione articolare e limitazioni nelle attività della vita quotidiana. Una delle cause più frequenti di dolore di spalla è la sindrome da impingement subacromiale, compreso la tendinopatia della cuffia dei rotatori e la borsite subacromiale. Numerosi studi hanno evidenziato un’alta prevalenza di muscoli con trigger point miofasciali (MTrPs) attivi e latenti in pazienti con dolore di spalla cronico.
L’alta affidabilità della presenza o assenza della banda tesa, dell’area dolorosa alla palpazione, del jump sign, della provocazione del sintomo familiare del paziente e del dolore riferito dimostra che la palpazione dei MTrPs è uno strumento utile e affidabile nel diagnosticare il dolore miofasciale in pazienti con dolore di spalla.
Gli studi di prevalenza hanno mostrato un numero significativo di MTrPs attivi nel lato doloroso, ma non differenze significative nel numero di MTrPs latenti tra i muscoli del lato doloroso e non doloroso. I MTrPs attivi sono più prevalenti nei muscoli infraspinato, trapezio superiore ed elevatore della scapola.
In soggetti con MTrPs latenti sono state evidenziate una riduzione della forza, una fatica muscolare più precoce e una alterazione dell’inibizione reciproca degli antagonisti. Questi risultati potrebbero avere un’importante implicazione clinica per la diagnosi e il trattamento dei disturbi di spalla associati ad una alterazione della funzione muscolare.
Le revisioni sul trattamento del dolore miofasciale di spalla hanno evidenziato l’efficacia del dry needling, della manipolazione fasciale, della laser terapia e dei trattamenti multimodali che includono la compressione manuale dei MTrPS, lo stretching, le applicazioni di ghiaccio, gli esercizi domiciliari e le raccomandazioni ergonomiche.
La componente miofasciale e, in particolare, l’influenza dei MTrPs sulla funzione muscolare, dovrebbe quindi essere considerata come possibile causa primaria o secondaria del dolore di spalla durante la valutazione clinica.
 

Sergienko S, Kalichman L. Myofascial origin of shoulder pain: A literature review. J Bodyw Mov Ther. 2015 Jan;19(1):91-101.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25603748