Ulcere da pressione: prevenzione e trattamento

Linee Guida – Ulcere da pressione: prevenzione e trattamento
Consiglio Sanitario Regionale
Data di pubblicazione 2005
Data del primo aggiornamento 2012
Data del secondo aggiornamento 2016
Copertina (formato pdf): http://www.snlg-iss.it/cms/files/LG_Toscana_ulcere_cover.pdf
Documento (formato pdf): http://www.snlg-iss.it/cms/files/LG_Toscana_ulcere.pdf

Le linee guida e IDT sono uno degli interventi della politica dei Servizi sanitari per la promozione dell’efficacia e dell’appropriatezza clinica. Le linee guida e IDT raccolgono raccomandazioni di comportamento basate sulle migliori prove scientifiche disponibili. La collana «Linee Guida-Regioni» – inaugurata dalla Regione Toscana – intende documentare la produzione di linee guida e altri strumenti di governo clinico da parte dei Servizi sanitari regionali su temi rilevanti di salute non ancora trattati da linee guida nazionali, ed elaborate in conformità con il metodo SNLG.

L’ulcera da pressione è un’area localizzata di danno della cute e dei tessuti sottocutanei causata da forze di pressione, trazione, frizione, o da una combinazione di questi fattori, che si forma normalmente in corrispondenza di prominenze ossee e la cui gravità è classificata in stadi. Con l’invecchiamento della popolazione e il cambiamento nei modelli di malattia, questo problema è destinato a crescere, a meno che non si adottino contromisure adeguate.
Lo scopo di queste linee guida è quello di determinare come le ulcere da pressione possano essere prevenute, diagnosticate, trattate e gestite clinicamente nel modo più efficace e appropriato.
I consigli di queste linee guida sono rivolti al personale clinico che assiste persone a rischio o portatrici di ulcere da pressione: medici di medicina generale, internisti, geriatri, pediatri, chirurghi, infermieri, fisioterapisti, dietisti operanti in ambienti sanitari medico-chirurgici, in reparti di terapia intensiva, in centri di riabilitazione, in istituti geriatrici (RSA, reparti di lungodegenza) e in ambienti di cura a domicilio.
Le raccomandazioni possono risultare utili per gli assistiti e i loro familiari, i direttori sanitari, gli analisti di politica sanitaria e altri.
Gli interventi considerati sono relativi alla prevenzione e al trattamento. Sono stati presi in esame i trattamenti basati su prove di efficacia, quali la riduzione della pressione e le strategie per mantenere la tolleranza del tessuto sano, dove per tolleranza si intende la capacità della cute e delle sue strutture di supporto di resistere agli effetti nefasti della pressione.